Andiamo a cena da PerciaSacchi


Andiamo a cena da PerciaSacchi

Questa storia nasce un po’ di tempo fa

prima che PerciaSacchi esistesse per davvero, ancor prima di aprire le porte su via del Monte di Pietà.
Quando ancora neppure ci chiamavamo PerciaSacchi, ci chiedevamo però come avremmo voluto connotare questa nostra idea. È rimasta una domanda latente e ci è difficile stabilire una categoria univoca di appartenenza anche oggi che siamo PerciaSacchi.

Quando nel 2012 abbiamo aperto, ben presto Laura, per rispondere a tante curiosità di chi cominciava ad assaporare i nostri impasti di grani duri antichi siciliani, ha coniato una frase che diceva abbastanza di noi e che abbiamo mantenuto nel tempo per caratterizzarci:

facciamo bene la pizza ma non siamo una pizzeria”.
Infatti, il nostro concetto di pizza esula dalla pizza tradizionale.

I nostri sono impasti a lenta maturazione di soli grani duri e antichi siciliani macinati a pietra, lievito madre e la nostra passione, sono ad alta digeribilità e racchiudono il sapore del grano e del sole tutto l’anno.

 

Ma non siamo nemmeno un ristorante come la tradizione impone: non usiamo tovaglie e tovaglioli di stoffa e non abbiamo una decisa replicabilità delle pietanze perché quello che comanda da noi è cosa si raccoglie nella stagione.
Primizie, tardivi, scirocco, gelate, acquazzoni, siccità e giornalmente qualcosa nel nostro menu cambia. Ed anche i sapori capita a volte che siano diversi. Una pera primizia ad esempio è meno zuccherina di un’altra nel pieno della maturazione, un’arancia di inizio autunno è più aspra di una invernale e così nella nostra cucina non c’è appunto la replicabilità, ogni giorno si assaggia e la pietanza si modula su ciò che il territorio ci offre.

Ci sta comunque stretto doverci connotare in negativo per ciò che non siamo! E così già da un po’ abbiamo iniziato a dire: 

 

il Progetto PerciaSacchi

Progetto è una parola che rappresenta un ampio spazio in cui trova posto tutto quello che ci piace e ci caratterizza.

Siamo quello che mangiamo”, rappresenta la nostra idea di nutrizione consapevole che tutela la buona salute e per metterla in pratica  instauriamo un patto etico circolare con i nostri clienti, garantendo loro che in ogni pietanza che realizziamo con cura e amore troveranno soltanto materie prime di stagione, fresche, tracciabili e di qualità e con i nostri produttori di fiducia che, grazie a coloro che ci scelgono, vengono valorizzati e motivati.

 

Non si è sentito dire mai che si va a cena dal… Progetto! 

E così sul web e sulle piazze social ci troverete come ristorante italiano, ristorante siciliano, pizzeria, cucina, cucina tradizionale, etc, etc ma ognuna di queste definizioni è soltanto una parte di ciò che troverete da noi.

In ogni caso, a prescindere da una categoria che ci rappresenti, siamo sempre noi con i nostri punti fermi:

 

PerciaSacchi

si basa sulla cucina onesta e locale, legata saldamente al territorio da cui riceve materie prime tracciabili e di qualità e sulle tradizioni siciliane e delle nostre case.

Il nostro cuoco Dario, la nostra pizzaiola Miriam, Danilo e Mark che completano il team di cucina, con amore le reinterpretano sul gusto di oggi.

 

 

PerciaSacchi

un luogo del cibo dove sentirsi a casa per assaporare un piatto bevendo un buon vino o una birra artigianale coccolati dal nostro personale di sala, Ralph e Salvo, con l’accurata regia di Alessandro.

Renata e Laura

 

PerciaSacchi

Renata e, ogni tanto, anche Laura sua figlia.

Le padrone di casa, sullo sfondo ma sempre attente,  accolgono, intrattengono e raccontano sorridenti di passione, impegno, fatica quotidiana. A volte dai loro visi un po’ stanchi si intuisce quanto lavoro c’è dietro a tutto quanto per mantenere saldi i principi della ristorazione di qualità per la buona salute.

[/col]

Ecco, allora basterà che diciate andiamo a cena da PerciaSacchi
e saremo lì ad accogliervi con il nostro

progetto DI UNA ristorazione di qualitÀ
che riprende i sapori di un tempo tutelando la buona salute

il cui Manifesto contiene l’amore per il gusto delle ricette e dei racconti di un tempo,
l’attenzione al territorio, alla ricchezza della biodiversità locale
ed il rigore nello scegliere soltanto materie prime tracciabili e di qualità
e che si riassume nel nostro
patto etico circolare con clienti e produttori.

1